Nizza. Noi non ci caschiamo!

Tempo stimato di lettura2 minuti, 15 secondi

nizza-camion-attentato-552821.610x431

Immagine del camion utilizzato dal terrorista tratta dalla testata online Varesenews.it

Francia. Nizza. Uno dei più bei luoghi di tutto il Mediterraneo in una serata magica per i nostri cugini d’oltreconfine, il 14 luglio.
Si festeggia l’inizio della Rivoluzione Francese rifacendosi ai fatti di 277 anni fa quando martedì 14 luglio del 1789 una folla inferocita di oltre mille persone, armate più di rabbia che di polvere da sparo (la quale era dentro alla Fortezza della Bastiglia…), assaltano il fortilizio medievale, costringendo il suo contingente di poche decine di soldati veterani, seppur ben armati e difesi, alla resa.

La gente felice sul corso che accompagna il lungomare, centinaia di coppie, ragazzi e ragazze, genitori con i propri figli che accorrono per vedere i fuochi d’artificio in una serata spensierata e di festa e assieme ai francesi nizzardi vi sono anche numerosi turisti.

Alle 22 e 30 però, proprio su quel bel viale, un camion con rimorchio frigo, tutto bianco, irrompe agli 80 all’ora, sfondando il posto di blocco e lanciandosi sulla folla in un tremendo zig-zag, proprio per cercare a tutti i costi di investire, uccidere o ferire più persone possibile, nemmeno fosse un trailer cinematografico della nuova versione di Grand Theft Auto.
L’autista, un nordafricano residente a Nizza di 31 anni sicuramente aiutato da altri personaggi, ma a monte di questo evento tragico, spara anche su alcuni poliziotti che tentano l’assalto alla cabina di guida e spara anche ai passanti, colpendone diversi.
Risultato di questa follia, al momento in cui scrivo questo pezzo, 84 morti, oltre 100 feriti dei quali una ventina gravissimi.
Non si sa ancora se la matrice di questo fatto sia da identificare con l’Isis, ma di certo sarà così.
La mano armata islamica, creata e finanziata dagli USA e dai loro cugini mediterranei, ha colpito ancora.
Trovo però singolare che questo fatto accada proprio in Francia, proprio pochi giorni dopo in cui lo stesso governo di Hollande ha deciso di rimandare a tempo indeterminato la firma del trattato del TTIP tanto caro agli americani.
Trovo anche strano, che questo attentato, venga eseguito in una strada chiamata: Promenade des Anglais.
Quegli inglesi che poche settimane fa hanno deciso con il voto al Brexit di uscire dalla truffa dell’Europa.

Non so a voi ma questa volta sembra che il padrone a stelle e strisce sia molto arrabbiato.
Comunque sia andata, rimane il fatto che ora come ora, vi sono centinaia di persone che piangono i loro morti, molti dei quali, sono dei bambini.

Chi compie questi atti, chi li progetta e chi li finanzia non ha nessun diritto di respirare l’aria di questo pianeta, siano maledetti, tutti!

Immagine dalla testata ilcorriere.it

Immagine dalla testata ilcorriere.it

Amministratore di questo sito.

Amministratore di questo sito.

Un commento

  1. Ciao ha detto:

    Il terrorismo islamico NON esiste. .. invece il terrorismo Uccidentale nasce nei manuali di istruzione delle truppe inglesi che occupavano le terre dei Kykuyu (o Mau Mau): “per impedire ai coloni (i Mau mau ) di ribellarsi dobbiamo organizzare degli attentati sanguinosi, esplosivi, improvvisi che li terrorizzino “..
    la matrice della paura è uno dei due comandi viscerali che lorsignori adoperano per influenzare le masse (l’altro è l’avidità ) come fossero acceleratore e freno di un’auto. Se vuoi farti una chiacchierata il mio cellulare è 338.81.52.862

Lascia un commento

Statistiche del sito

  • 1.040
  • 744
  • 60.139
  • 2.094.551
  • 21 settembre 2017

Facebook



loading…


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi