Tu sei qui
Home > Salute e Alimentazione > Sentenza choc: “Il prodotto Johnson & Johnson provoca il cancro”

Sentenza choc: “Il prodotto Johnson & Johnson provoca il cancro”

Earns Johnson and JohnsonArriva dall’America la sentenza choc su un prodotto della nota multinazionale.

USA – L’azienda americana Johnson & Johnson è sotto accusa dal governo americano. Secondo la sentenza del giudice, l’azienda dovrà risarcire con 72 milioni di dollari una famiglia del Birmingham, in Alabama. Il caso riguarda una una 62enne la cui morte, secondo il referto medico, sarebbe stata causata da un cancro ovarico per eccessivo uso di un prodotto venduto in tutto il mondo dalla società.

La vittima, infatti, si sarebbe ammalata per l’uso eccessivo del talco Baby Powder prodotto dalla società. Pare che, per incrementare le vendite, la J&J abbia omesso le possibili conseguenze sull’uso prolungato dei loro prodotti.

Dalle indagini è emerso che la vittima di Birmingham ha usato polvere per neonati e prodotti per l’igiene femminile per più di 35 anni prima che le fosse diagnosticato, tre anni fa, il cancro ovarico. La gravità della faccenda sta nel fatto che si tratti di un prodotto per neonati, per di più di largo consumo in moltissimi Paesi, tra cui anche l’Italia.

Il verdetto ha avuto una rilevanza storica, dato che è il primo di una giuria degli Stati Uniti per il risarcimento dei danni a sinistri. L’accusa mossa nei confronti della multinazionale è, infatti, molto pesante: frode, negligenza e cospirazione. “Sapevano fin dal 1980 del rischio e hanno mentito al pubblico” ha dichiarato Jere Beasley l’avvocato della famiglia offesa.

Questa la risposta di Carol Goodrich, portavoce della multinazionale: “Non abbiamo alcuna responsabilità della salute e della sicurezza dei consumatori. Crediamo fermamente sulla sicurezza del talco se consideriamo che il prodotto è testato da decenni di prove scientifiche”.

Horus
fondatore e amministratore di questo sito, grande appassionato di misteri.
Horus
Horus
fondatore e amministratore di questo sito, grande appassionato di misteri.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi