Tu sei qui
Home > NWO > Il nuovo video di Katy Perry, forse contiene un messaggio?

Il nuovo video di Katy Perry, forse contiene un messaggio?

Da pochi giorni è uscito il nuovo singolo della cantante californiana Katy Perry (al secolo Katheryn Elizabeth Hudson).
Il titolo di questa orecchiabilissima canzoncina, sicuro tormentone per l’estate, è ‘Chained to the rhythm‘ e cioè ‘Incatenati al ritmo‘ ed è accompagnata dal suo video ufficiale in cui la cantante, con una capigliatura rosa molto buffa si aggira per un Parco Giochi chiamato ‘Oblivia’.

E’ degna di essere analizzata attentamente, prima di tutto per il suo testo che già alla prima strofa inizia intonando: ‘Siamo pazzi? Vivere la nostra vita attraverso una lente. Intrappolati nel nostro recinto bianco come ornamenti‘ mentre la cantante entra in un bucolico Luna Park in cui tutti, vestiti con colori pastello anni ’50, sfoggiano sorrisi di plastica simili a delle paresi.
Passeggiando e saltellando, fra queste persone apparentemente strafatte o allucinate, la cantante continua a canticchiare: ‘Così comodi, viviamo in una bolla, una bolla. Così comodi, non vediamo i problemi, i problemi. Non vi sentite soli?‘ Ed inizia ad apparire il senso, il significato di questa canzone e cioè una chiara condanna sulla situazione drogata della società umana, in questo caso il verso è a quella statunitense ma noi non ne siamo comunque esenti.

Si vede sempre all’inizio gente che si fa i ‘selfie’ con le classiche pose e la bocca a culo di gallina e montagne russe vertiginose che ad un certo punto perdono il binario per poi riprenderlo a mezz’aria.

File di persone ‘felici’ e ordinate che passeggiano quasi in una marcia simile a quella di certe scene del leggendario film ‘Metropolis’ per avvicinarci ad una specie di ruota per criceti in cui correre e nella quale alla fine tutti cadono (morti?). Il significato di questa ruota è abbastanza palese, l’uomo con i suoi comportamenti condizionati è la fonte energetica per lo stesso sistema, per la stessa Matrix in cui vive intrappolato.





Il tutto termina con una corsa folle di questi personaggi lobotomizzati in una specie di cinema all’aperto sul cui schermo compare una specie di film sulla ‘Famiglia Nucleare’ e sul cui palco poco dinnanzi c’è la classica famigliola ‘perfetta’: mamma che stira, padre che legge il giornale in poltrona e figlia sul tappeto, a terra che gioca; inutile dire che tutti sono felici e sorridenti, come quelli all’inizio del video.

Scena finale del video: Katy Perry che corre sulla ruota con un’energia incredibile e alla fine non cede e rimane in piedi fino a che la stessa ruota non si ferma…sembra voler dire ‘Non mi avrete‘.

Tutta questa gente, che si muove all’unisono, ‘incatenata al ritmo’ come dice il titolo ma il clou arriva nel testo, quando il rapper Skip Marley, nipote del più famoso Bob Marley, esce dallo schermo del cinema per cantare un ritornello in cui vi sono frasi come ‘E’ mio desiderio abbattere i muri per collegare, ispirare‘ oppure ‘Il tempo stringe per l’impero. Essi sono avidi del popolo. Essi inciampano e armeggiano. E sta per scatenarsi una rissa. Hanno svegliato, hanno svegliato i leoni.

Un segnale di certo importante, forse Katy vuol dirci qualcosa? Forse vuole suggerirci che anche negli ambienti da sempre incaricati di comunicarci quello che le elite volevano che noi sapessimo, le cose stanno cambiando pesantemente? Mi sa di si. Brava Katy!

Amministratore di questo sito.
Anubi
Amministratore di questo sito.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi